L’istituto

L’Istituto di Istruzione Superiore di Praia a Mare nasce il 1° settembre 2000.

Lo costituiscono l’IPSSEOA (Istituto Professionale di Stato Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera) e il Liceo Classico “Aldo Moro”

L’istruzione alberghiera a Praia a Mare vede le sue origini nel 1970, quando il Provveditore agli Studi di Cosenza comunicava al Sindaco che il Ministero della Pubblica Istruzione aveva istituito a Praia a Mare l’Istituto alberghiero come sede coordinata dell’alberghiero di Guardia Piemontese. Quell’anno la scuola fu frequentata da 18 allievi ma ben presto la popolazione scolastica aumentò e ad agosto 1991 il Ministero della Pubblica Istruzione dispose il conferimento dell’autonomia sotto la direzione pro tempore del prof. Giuseppe Conforti. Nell’anno scolastico 1992/93 la dirigenza venne assegnata al prof. Antonio Papalia con il quale la scuola ha mantenuto la sua specificità e ha sviluppato nel tempo rilevanti competenze nella formazione professionale di settore.

La storia del Liceo Classico “Aldo Moro” è ricca di avvenimenti e ha inizio nel lontano 1930 quando in tutto il Tirreno cosentino non esistevano scuole post-elementari e quindi fu salutata come un grande avvenimento l’istituzione del Ginnasio di Praia. Il Ginnasio Inferiore, allora comprendeva le prime tre classi post-elementari e il Ginnasio Superiore, la quarta e la quinta. Al termine del quinquennio si conseguiva la licenza ginnasiale che consentiva l’iscrizione al triennio liceale. Il triennio liceale venne istituito nell’anno scolastico 1943-44, ma dopo appena due anni, inspiegabilmente, ne fu decretata la chiusura nonostante che gli alunni iscritti nelle tre classi fossero oltre un centinaio. A Praia si dovette attendere fino al 1° ottobre 1969 perché fosse istituita la prima classe del Liceo Classico come sezione staccata del Liceo “B. Telesio” di Cosenza. Sei anni dopo e, precisamente nel 1975 Il Liceo di Praia divenne scuola autonoma e tale rimane fino all’anno 1994-95, quando per effetto delle disposizioni relative alla razionalizzazione delle scuole fu accorpata al Liceo Scientifico di Scalea e poi dal 2000 all’IPSSAR di Praia a Mare. Attualmente dirige l’Istituto la Prof. ssa  Maria Cristina Rippa.

Denominazione:IIS PRAIA A MARE ‘IPSAR-LC’
Località:PRAIA A MARE  (CS)
Indirizzo:VIA C. ALVARO, 25
Tel./Fax:0985.777836
E-mail:csis03400d@istruzione.it
PEC:csis03400d@pec.istruzione.it
CAP87028
Codice Fiscale92004180789
Codice MeccanograficoCSIS03400D
Tel. e indirizzo Liceo0985.776297 – via G. Falcone, località Mantinera, Praia a Mare

CARICHE

NOMINATIVI
Dirigente scolasticoProf.ssa  Maria Cristina  Rippa
D.S.G.A. Maria  Mollo

i nostri indirizzi

dove siamo

Praia a Mare, è indubbiamente tra i più importanti centri turistici e culturali della costa tirrenica cosentina. È caratterizzata da incantevoli paesaggi di rara e incontaminata bellezza che si riflettono nelle acque cristalline del mare Tirreno che la lambisce per un lungo tratto. In questo contesto di armonico splendore si trova ad operare il nostro Istituto.


Il bacino di utenza della nostra scuola si colloca nell’ambito territoriale dei Comuni di: Verbicaro, Orsomarso, Grisolia, Maierà Scalea, Belvedere, Santa Maria del Cedro, San Nicola Arcella, Diamante, Praia a Mare, Aieta, Tortora, Papasidero e Santa Domenica Talao. Il territorio, definito da alcuni anni come Riviera dei Cedri, comprendente la costa alto-tirrenica e l’entroterra, si distingue sul piano culturale per aver ospitato nel suo seno civiltà antichissime, risalenti in alcuni casi alla preistoria, come provano i giacimenti scoperti a Scalea nella Torre Talao e a Praia a Mare nella Grotta della Madonna e i diffusi elementi rinvenuti nelle grotte di Papasidero, tra i quali spicca il graffito del Bos Primigenius, una delle prime manifestazioni della presenza umana sulla terra.

Molto significativo il periodo magnogreco e romano, con gli insediamenti di Laos, sub-colonia sibarita, alla foce dell’omonimo fiume, nel comune di Santa Maria del Cedro, e di Blanda, nel comune di Tortora, nei cui siti insiste da diversi anni la ricerca archeologica affidata a istituti universitari di indiscusso prestigio. Consistenti le testimonianze del periodo aragonese e angioino e quelle dei periodi successivi.

Negli anni Settanta tutta l’area viene esposta ad un’espansione edilizia incontrollata e ad una radicale trasformazione finalizzata al turismo.

Torna su